Richiesta di connessione

Nel caso di applicazione della procedura semplificata Modello Unico, consultare la relativa sezione.

 

Le richieste di connessione sono riferite al valore della potenza in immissione richiesta; tale valore è pari al valore della potenza complessivamente disponibile per l'immissione di energia elettrica, dopo gli interventi da effettuare, senza che l'utente sia disconnesso.

Le richieste di connessione per potenza in immissio ne inferiore a 10 MW devono essere presentate all'impresa distributrice competente nell'ambito territoriale e vanno effettuate secondo un modello standard elaborato dai gestori di rete, contenenti le informazioni di cui al comma 6.3 del TICA.

Richiesta preventivo di connessione MT-BT
TUPModulo richiesta di connessione MT-BT.
Modalità di invio: consegna allo sportello, posta raccomandata, PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) abilitata alla ricezione di soli messaggi da caselle di posta certificata
Wordicon small  FAC Simile Atto notorio disponibilità del sito oggetto dell'installazione

 

Nel caso di installazione di SISTEMI DI ACCUMULO, modulo di integrazione
TUPModulo di integrazione alla richiesta di connessione di un impianto di produzione, nel caso di installazione contestuale di un sistema di accumulo
Modalità di invio: consegna allo sportello, posta raccomandata, PEC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) abilitata alla ricezione di soli messaggi da caselle di posta certificata

 

Alla presentazione della richiesta di connessione, il Consorzio S.T.N. chiederà al richiedente di versare il corrispettivo per l'ottenimento del preventivo e fornire la documentazione attestante l'avvenuto pagamento del medesimo. Tale corrispettivo è definito per fasce di potenza richiesta in immissione, come di seguito nella seguente tabella:

Valore della potenza richiesta in immissione Corrispettivo IVA esclusa
fino a 6 kW 30 €
superiore a 6 kW e fino a 10 kW 50 €
superiore a 10 kW e fino a 10 kW 100 €
superiore a 50 kW e fino a 100 kW 200 €
superiore a 100 kW e fino a 500 kW 500 €
superiore a 500 kW e fino a 1000 kW 1.500 €
superiore a 1000 kW 2.500 €

 

Sulla base delle disposizioni presenti nel TICA è possibile richiedere una connessione in immissione per una potenza (potenza in immissione richiesta) inferiore al valore della potenza nominale dell'impianto di produzione che si vuole connettere alla rete pubblica. Nel caso in cui, però, durante l'esercizio dell'impianto di produzione si dovessero verificare delle immissioni di energia elettrica in rete eccedenti la potenza in immissione richiesta il gestore di rete procede ad adeguare la connessione ove tecnicamente possibile.

 

Livello di tensione a cui è erogato il servizio di connessione

Il servizio di connessione è erogato in bassa tensione per potenze in immissione richieste fino a 100 kW, mentre è erogato in media tensione per potenze in immissione richieste fino a 6.000 kW. Tali condizioni non escludono la possibilità di erogare il servizio di connessione in bassa o media tensione per potenze in immissione richieste superiori rispettivamente a 100 kW o a 6.000 kW. Nel caso in cui la connessione sia già esistente, il servizio di connessione è erogato tramite il punto di connessione già esistente e al livello di tensione della connessione esistente, nei limiti di potenza già disponibile.
Il livello di tensione di erogazione del servizio non individua necessariamente il valore della tensione dell'impianto di rete per la connessione.
Ciò significa che, ad esempio, per l'erogazione del servizio in bassa tensione l'impianto di rete può essere realizzato in media tensione, se
necessario secondo le scelte effettuate dall'impresa distributrice, con il vincolo, però, che sia realizzata una cabina di trasformazione media/bassa tensione nella titolarità dell'impresa distributrice.
Nel caso in cui si richieda la connessione per un impianto di produzione di energia elettrica in presenza di una connessione in prelievo esistente, l'eventuale adeguamento della sola potenza disponibile in immissione non comporta un corrispondente adeguamento della potenza impegnata ai fini dell'erogazione del servizio di distribuzione per i prelievi di energia elettrica; ciò significa che il cliente può mantenere invariata la potenza relativa al proprio contratto in prelievo anche se installa un impianto di produzione per il quale richiede una potenza in immissione superiore.


Tempistiche

Il tempo di messa a disposizione del preventivo per la connessione è il tempo intercorrente tra la data di ricevimento della richiesta di connessione, corredata da tutte le informazioni necessarie, e la data di messa a disposizione del preventivo per la connessione. Il tempo di messa a disposizione del preventivo per la connessione comprende i tempi necessari per l'effettuazione di eventuali verifiche e sopralluoghi. Tale tempo deve, al massimo, essere pari a:

  • 20 giorni lavorativi per potenze in immissione richieste fino a 100 kW;
  • 45 giorni lavorativi per potenze in immissione richieste superiori a 100 kW e fino a 1.000 kW;
  • 60 giorni lavorativi per potenze in immissione richieste superiori a 1.000 kW.


Nel caso in cui la soluzione per la connessione implichi la realizzazione, il rifacimento,l'adeguamento o il potenziamento di linee elettriche a livelli di tensione superiori al livello di tensione a cui è erogato il servizio di connessione, il tempo per la messa a disposizione del preventivo per la connessione a disposizione del gestore di rete è incrementato di 15 giorni lavorativi qualora il medesimo ne dia comunicazione al richiedente entro le tempistiche indicate sopra.

Qualora sia necessaria l'effettuazione di un sopralluogo e il richiedente richieda che l'appuntamento fissato dal gestore di rete sia rimandato, il tempo intercorrente tra la data proposta dal gestore di rete e la data effettiva del sopralluogo non deve essere conteggiato nel calcolo del tempo di messa a disposizione del preventivo per la connessione.

 

Durata del preventivo

Il preventivo ha validità di 45 giorni lavorativi.

 

Contenuto

Il preventivo indicherà:

  • la tipologia di lavoro corrispondente alla realizza zione della connessione, distinguendo tra lavori semplici (realizzazione, modifica o sostituzione a regola d'arte dell'impianto del gestore di rete eseguita con un intervento limitato alla presa ed e ventualmente al gruppo di misura) e lavori complessi;
  • la Soluzione Tecnica Minima Generale (STMG) definita secondo i criteri definiti nel TICA e nella MCC del gestore di rete;
  • sia l'elenco delle opere strettamente necessarie al la realizzazione fisica della connessione che il richiedente è tenuto a rendere disponibili sul punto di connessione sia le altre opere di competenza del richiedente strettamente necessarie ai fini della corretta installazione delle apparecchiature di misura dell'energia elettrica prodotta;
  • il corrispettivo per la connessione, evidenziando le singole voci che lo compongono e indicando al richiedente la parte di tale corrispettivo che il medesimo dovrà versare all'atto di accettazione del preventivo e la parte che dovrà versare prima di inviare al gestore di rete la comunicazione di completamento delle opere strettamente necessarie alla realizzazione fisica della connessione;
  • il termine previsto per la realizzazione della connessione da parte del gestore di rete;
  • la specifica tecnica in cui vengono indicate le modalità con le quali eseguire le opere di competenza del richiedente;
  • le attività che dovranno essere effettuate parallelamente alla connessione per l'entrata in esercizio commerciale dell'impianto di produzione.

 

Pratiche e obblighi successivi alla richiesta di connessione

Link

Questo sito utilizza solo cookies tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi su "Leggi l'informativa" altrimenti su "Chiudi"