Delibera 243/2013/R/EEL

In data 6 giugno 2013 l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas ha deliberato il provvedimento n. 243/2013/R/EEL "Ulteriori interventi relativi agli impianti di generazione distribuita per garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale. Modifiche alla deliberazione dell'autorità per l'energia elettrica e il gas 84/2012/EEL"

ADEGUAMENTI RICHIESTI E TEMPISTICHE

La delibera 243/2013/R/EEL prevede che i produttori debbano adeguare alle prescrizioni di cui al paragrafo 5 dell'Allegato A70 al Codice di rete i seguenti impianti, con determinate tempistiche:

Tempistica
Tipologia di impianto

entro il 30 giugno 2014

impianti di produzione di energia elettrica di potenza superiore a 20 kW già connessi alla rete di bassa tensione ed entrati in esercizio alla data del 31 marzo 2012, nonché gli impianti di potenza fino a 50 kW già connessi alla rete di media tensione ed entrati in esercizio alla medesima data

entro il 30 aprile 2015

impianti di produzione di energia elettrica di potenza superiore a 6 kW e fino a 20 kW già connessi al la rete di bassa tensione ed entrati in esercizio alla data del 31 marzo 2012.

In particolare, in relazione alle prescrizioni relative alla frequenza, in deroga a quanto previsto dal medesimo paragrafo 5 dell'Allegato A70, i predetti impianti dovranno rimanere connessi alla rete almeno all'interno dell'intervallo di frequenza 49 Hz – 51 Hz, fermo restando quanto previsto dai commi 6.3 e 6.3bis.

Si precisa quanto segue:

  • :gli impianti di produzione di energia elettrica di potenza fino a 6kW non sono coinvolti;
  • non è previsto alcun premio economico per promuovere l'adeguamento.

A seguito dell'adeguamento tecnico dell'impianto, il produttore è tenuto a:

  • sottoscrivere un nuovo regolamento di esercizio trasmesso dall'impresa distributrice ed inoltrarlo a quest'ultima;
  • allegare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio redatta, ai sensi del D.P.R. 445/00, da un responsabile tecnico di impresa installatrice abilitata o da un professionista iscritto all'albo professionale secondo le rispettive competenze, attestante che l'impianto è in grado di rimanere connesso alla rete all'interno dell'intervallo di frequenza 49 Hz – 51 Hz, oltre alla conformità al paragrafo 5 dell'Allegato A70.

.Le imprese distributrici effettuano sopralluoghi a campione sugli impianti per verificare l'avvenuto a deguamento degli impianti alle prescrizioni, e sono tenute a dare evidenza a Terna.

Sanzioni
Nei casi in cui gli impianti tenuti all'adeguamento risultino inadempienti, l'impresa distributrice ne dà comunicazione al produttore e al GSE. Per tali impianti il GSE provvede alla sospensione dell'erogazione di eventuali incentivi (Conto energia, Tariffa onnicomprensiva, Certificati Verdi, Cip 6/92), nonché dell'efficacia di eventuali convenzioni di ritiro dedicato o scambio sul posto, fino all'avvenuto adeguamento certificato dall'impresa distributrice.

Regolamento di esercizio e dichiarazione sostitutiva di atto notorio

Regolamento di esercizio - Connessione in parallelo di impianti di produzione con le reti BT di STN

TUPRegolamento di esercizio BT per adeguamento dell'impianto di produzione alla del. 243/2013/R/EEL
Adeguamento impianti di produzione alla Del. 243/2013 per impianti di potenza superiore ai 6kW, già connessi al la rete di bassa tensione ed entrati in esercizio alla data del 31 marzo 2012.

 

Documenti Autorità - Delibera 243

Questo sito utilizza solo cookies tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi su "Leggi l'informativa" altrimenti su "Chiudi"