Delibera 421/2014/R/EEL

L'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas in data 7 agosto 2014 ha pubblicato la deliberazione 421/2014/R/EEL - "Ulteriori interventi relativi agli impianti di generazione distribuita finalizzati a garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale", che definisce le modalità e le tempistiche per l'adeguamento degli impianti a fonti rinnovabili non programmabili (fotovoltaici ed eolici) di potenza maggiore a 100 kW già connessi o da connettere alle reti di media tensione, per i quali è stata presentata la richiesta di connessione in data antecedente all'1 gennaio 2013.

 

ADEGUAMENTI RICHIESTI E TEMPISTICHE

La delibera prevede che tali impianti di produzione debbano essere adeguati alle prescrizioni di cui al Paragrafo 8.8.6.5 e all'Allegato M della Norma CEI 0-16 – Edizione III, con determinate tempistiche:

entro il 31 gennaio 2016 oppure entro la data di entrata in esercizio qualora successivo

 

Premi per l'adeguamento

I produttori che inviano al Consorzio STN entro il 30 giugno 2015, la comunicazione di avvenuto adeguamento degli impianti di produzione alle prescrizioni richieste e che, se l'impianto di produzione era tenuto alla corresponsione del CTS prima dell'intervento di adeguamento, trasmettono entro la medesima data anche la dichiarazione di adeguatezza di cui all'articolo 40 del TIQE (qualora non già inviata) hanno diritto, con riferimento ai medesimi impianti di produzione, a un premio pari a:

  • 800 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti tre o più sistemi di protezione di interfaccia
  • 650 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui siano presenti due sistemi di protezione di interfaccia
  • 500 euro per ciascun impianto di produzione di energia elettrica nei casi in cui sia presente un solo sistema di protezione di interfaccia

 

A seguito dell'adeguamento tecnico dell'impianto, il produttore è tenuto a:

  • sottoscrivere un nuovo regolamento di esercizio trasmesso dall'impresa distributrice ed inoltrarlo a quest'ultima;
  • allegare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio redatta, ai sensi del D.P.R. 445/00, da un responsabile tecnico di impresa installatrice abilitata o da un professionista iscritto all'albo professionale secondo le rispettive competenze, attestante che il sistema atto a consentire il teledistacco è conforme a quanto previsto dalla Norma CEI 0-16–Edizione III .

 

Controlli e Sanzioni

A seguito del ricevimento della comunicazione di avvenuto adeguamento, le imprese distributrici di riferimento verificano l'effettiva installazione dei sistemi atti a consentire il teledistacco da remoto, nonchè il loro corretto funzionamento.

Il mancato adeguamento entro la data di scadenza, prevede la sospensione immediata dell'erogazione degli incentivi fino all'avvenuto aggiornamento dell'impianto.

 

Documenti per adeguamento alla delibera 421/2014/R/EEL

TUPModello di atto notorio e modulo integrativo al Regolamento di esercizio per adeguamento dell'impianto di produzione alla del. 421/2014/R/EEL
Adeguamento degli impianti di produzione a fonti rinnovabili non programmabili (fotovoltaici ed eolici) di potenza maggiore a 100 kW già connessi o da connettere alle reti di media tensione, per i quali è stata presentata la richiesta di connessione in data antecedente all'1 gennaio 2013.

 

Documenti Autorità - Delibera 421/2014/R/EEL

Per una corretta visualizzazione dei documenti si consigli di utilizzare il programma gratuito Adobe Reader.

get adobe reader

Questo sito utilizza solo cookies tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie premi su "Leggi l'informativa" altrimenti su "Chiudi"